Trent’anni fa faceva la sua comparsa Windows 1.0

Windows1.0_screenshotTrent’anni fa,era il 1985, Microsoft rilasciava la versione 1.0 della sua nuova shell grafica chiamata Windows. Molto è stato scritto su come Microsoft sia stato copiato dal Macintosh e Lisa, e come a sua volta Apple aveva copiato da Xerox.

La cosa che possiamo dire con certezza è che da quel momento l’uso del computer  “non fu più lo stesso”, tranne che per i primi anni, perché Windows 1.0 non ebbe il successo aspettato. Ad esempio, non permetteva di sovrapporre le finestre – che venne con la versione di  Windows 2.0 (allora conosciuta come Windows / 286 e Windows / 386). All’inizio era soltanto un isieme di piastrelle sullo schermo. E come molte ricorderanno, Windows ancora necessitava del  DOS per l’esecuzione, e il o DOS era il sistema operativo per IBM-PC e compatibili in momento. (Questo fu vero anche per le versioni successive fino a Windows 95.)

Windows 1.0 richiedeva un minimo di 256K della memoria, due dischi floppy a doppia faccia , e una scheda grafica, mentre Microsoft consigliava un disco rigido e uma memoria di 512K, soprattutto per i computer con DOS 3.0 o superiore.

Windows 1.0

Windows1.0_screenshot

A quel tempo, i PC IBM con sistema operativo Microsoft DOS erano in giro già da quattro anni;i loro proprietari avevano abbastanza familiarità con il prompt C: e la creazione di file CONFIG.SYS e AUTOEXEC.BAT. Windows 1.0 fu il tentativo di Microsoft di una interfaccia utente amichevole basata sull’uso del mouse, che permetteva di passare tra più programmi contemporaneamente, e senza dover chiudere e riavviare nessuno di loro. Ammonta a ciò che è noto come il multitasking cooperativo, dove tutti i programmi in esecuzione in memoria dovrebbero cooperare per l’utilizzo del processore. L’interfaccia contiene menu a discesa, icone colorate, e le barre di scorrimento, mentre le finestre di dialogo potrebbero essere dei pop-up e dare informzioni di sistema.

Windows 1.0

Quindi Windows 1.0 , incentrato su l’esecuzione dell’MS-DOS , conteneva al suo interno una serie di utility progettate per rendere la vita più facile, tra cui programma di disegno , un blocco note, una calcolatrice, un file manager, e un calendario. Inoltre viene fornito con Reversi; Solitaire non comparve fino alla versione di Windows 3.0. E c’era anche un orologio perchè non metterne uno sul display invece che sulla scrivania? Tuttavia, non c’era molto altro che si poteva fare all’interno di Windows 1.0, Microsoft Office doveva ancora essere rilasciato e c’erano pochi altri programmi compatibili disponibili.

Windows 2.0

Windows_2.0_desktop

In ogni caso, Windows 1.0 non ebbe successo, così Microsoft si mise subito al lavoro su una nuova versione che mise sul mercato nel dicembre 1987 chiamata Windows 2.0 . Questa supportato memoria espansa su macchine 386 processore , oltre alle suddette finestre sovrapposte. Queste ultime furono quelle che portarono Apple a citare in giudizio Microsoft, relativamente alla violazione del copyright.

Windows 3.0

windows-3.0-desktop

Ma fu dal rilascio di Windows 3.0 nel 1990 che Microsoft iniziò a fare sul serio – e 3.0 è stata la prima versione che veramente ha decollato nelle vendite, in particolare con il rilascio di Microsoft Office nel novembre 1990 e l’aggiornamento di Windows 3.1 in 1992. Microsoft afferma che Windows 3.0 ha venduto 10 milioni di copie nei primi due anni, grazie alla sua grafica migliorata, memoria virtuale e ristrutturato del Program Manager, File Manager, Print Manager.

Da lì, Windows 95, NT, e il resto è storia. Ma era un giorno esatto di 30 anni fa, che  Microsoft fece il primo passo nelle interfacce grafice. E indipendentemente da chi copiò che cosa, Windows e Mac rivoluzionarono il mondo del desktop computing, e fino ad oggi centinaia di milioni di macchine sono sulle nostre scrivanie con una interfaccia che ricalca piu .