Come potrà la tecnologia prevenire un altro “Parigi”.

1-img170x105Qualcono di voi ha mai sentito parlare di Watson? Watson è il nuovo supercomputer che prende il nome dal fondatore di IBM. È stato sviluppato da un team IBM deciso a vincere una grande sfida: costruire un sistema in grado di competere con la capacità, squisitamente umana, di rispondere con sicurezza, velocità e precisione a domande formulate in linguaggio naturale, cioè la lingua parlata, ricca di sfumature, modi di dire e metafore.
Per Watson sono state sviluppate oltre 1.000 tecniche algoritmiche per la raccolta e la valutazione di dati strutturati e non. E per provare le sue capacità, Watson è stato allenato per partecipare contro concorrenti umani a Jeopardy!, il più popolare quiz TV americano. In un primo momento Watson ha impiegato due ore per rispondere a una sola domanda di Jeopardy! Allora gli esperti di IBM lo hanno potenziato affiancandolo con una imponente piattaforma di sistemi POWER7, gli stessi sistemi ad alte prestazioni utilizzati dai clienti di IBM. Durante i tre giorni di gara, Watson è stato capace di battere sul tempo Brad Rutter e Ken Jennings i campioni storici di Jeopardy! e vincere.

Quello che trovo interessante è che nonostante tutti i mezzi che ha l’intelligence per violare la nostra privacy, non è stato in grado di fermare gli attacchi come quello di Parigi. Attualmente si lamentano che è colpa nostra che utilizziamo mezzi di trasmissione che incrementanto la crittografia che blocca i loro punti di vista, spesso illegali nella vita privata dei cittadini.

Penso che se anche la crittografia non esistesse, i mezzi sarebbero inefficaci. Tornando indietro all’11 settembre, non c’è stata mancanza di intelligence  ma piuttosto prendere una decisione tempestiva prima che  l’evento accada.

Il nostro sistema è impostato in gran parte per punire le persone dopo che vengono fatti i crimini  – non prima che vengano commessi. Questa mentalità dovrà cambiare se vogliamo veramente la sicurezza. Un’altra cosa che sarà necessario modificare è la separazione tra i cittadini e forze dell’ordine. Invece di essere trattati come siamo parte del problema, dobbiamo diventare parte della soluzione, e credo che ci potrà essere in futuro un’app per questo.

Anche se tutto questo può richiamare le sequenze fantascientifiche del  film Minority Report non è detto che grazie a sistemi come Watson installati sui nostri cellulari, non si potrà un giorno diventare parte attiva nell’individuare potenziali criminali.